Home Marketing e Comunicazione 10x Marketing Formula

Impara le idee chiave del libro di Garrett Moon

10x Marketing Formula

Come ideare contenuti che ci distinguano dagli altri

Nel suo 10x Marketing Formula, Garrett Moon svela i segreti che si celano dietro al content marketing della startup CoSchedule di cui è fondatore. La formula si suddivide nelle fasi di pianificazione, esecuzione, promozione e analisi per creare contenuti vincenti e che non temono concorrenza. Analizzando elementi di marketing importanti, dal team al calendario editoriale fino alla psicologia della conversione, Moon ci accompagna verso la mentalità del content marketer vincente: un professionista che non ha paura di rischiare e di fallire pur di differenziarsi e di creare un reale valore per il proprio pubblico.

10x Marketing Formula
Leggi in 24 min.
Ascolta in 30 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Capire come pianificare, eseguire, promuovere e analizzare un contenuto che non tema concorrenti.
  • Gestire il content marketing, il calendario editoriale, il flusso di lavoro e il marketing team in maniera efficace.
  • Accogliere il rischio e il fallimento come strumenti necessari alla crescita e al miglioramento.

L’autore del libro:

Garrett Moon è co-fondatore e CEO di CoSchedule, una startup che sviluppa strumenti di calendarizzazione e di marketing. Tra le aziende più promettenti del North Dakota, CoSchedule serve oltre 10.000 clienti in oltre 100 Paesi sparsi in tutto il mondo. Da più di sette anni, Garrett Moon è anche blogger e relatore nei temi relativi a social media marketing, content marketing e startup; ha scritto o si è parlato di lui in pubblicazioni online quali Forbes, Social Media Examiner, Entrepreneur.

IDEA CHIAVE 1/10

Diventare un “content hacker”: un professionista che impara da rischi e fallimenti

In questo libro, l’autore rivela al lettore la 10x Marketing Formula, cioè la formula di marketing che permette di ottenere enormi percentuali di crescita; la formula funge da efficace punto di partenza, ma poi deve essere supportata da idee e strategie sviluppate appositamente per la propria azienda e il proprio mercato. Prima di approfondire i passaggi in cui si suddivide la formula (pianificazione, esecuzione, promozione e analisi), però, è importante adottare una mentalità vincente. Chi fa content marketing tradizionale, infatti, si trova oggi in una sorta di “oceano rosso”, intriso di una concorrenza spietata dove il livello di differenziazione è molto basso. Se ci si continua a comportare allo stesso modo, seguendo le stesse regole, copiando ciò che fanno gli altri, utilizzando i tradizionali e rigidi strumenti come il marketing plan, risulta difficile differenziarsi. Ma questo, invece, è proprio l’obiettivo da raggiungere per navigare in un “oceano blu”, un oceano pulito dove la concorrenza non viene neanche presa in considerazione. È vero: differenziandosi si corrono dei rischi e la possibilità di fallimento è alta. È proprio in questo che sta la mentalità del marketer di successo: non si può avere il controllo sul fallimento, ma si può controllare il modo in cui si reagisce ad esso e come usarlo per catalizzare la nostra attenzione su metodi di crescita diversi da quelli della concorrenza. Una figura da cui prendere ispirazione è quella del growth hacker: un professionista che ha come obiettivo fisso quello della crescita. Ecco: il content marketer vincente deve diventare un “content hacker”, ovvero un individuo che sa combinare le tattiche di crescita con contenuti ad alto tasso di conversione. Il suo compito è quello di creare, pubblicare e condividere contenuti di valore con il pubblico di riferimento, così da trasformare il traffico in clientela; ma deve farlo rischiando e provando tattiche sempre nuove, non semplicemente adagiandosi su ciò che c’è scritto nel marketing plan. Tali tattiche dovranno essere poco costose, poco elaborate, semplici e rapide da mettere in pratica, facili da testare e da, eventualmente, ripristinare; questo perché se ne dovranno adottare diverse per vedere quale funziona di più e meglio. Adottando tattiche agili di questo tipo, ci si può permettere anche di fallire senza troppi vincoli: si possono cambiare i metodi, si può cambiare idea, si può avere un’alta tolleranza al fallimento. Come si impara da Noah Kagan, fondatore di Sumo.com e AppSumo, il content hacking esige innovazione e rischio per promettere risultati ad alto potenziale. Ovviamente, con il rischio arriva anche il fallimento, che però è utile: ogni volta che fallisci, impari cosa non va bene e, di conseguenza, arrivi sempre più vicino a cosa invece va bene. Questo, inoltre, ti aiuta a capire sempre meglio il tuo pubblico, perché sempre più frequentemente capisci cosa gli piace e cosa no. È fondamentale fare tante prove, accettare i fallimenti, imparare da essi e continuare a provare per migliorare le proprie tattiche. SpaceX, Apple, Pixar: sono tutti esempi di realtà creative, innovative, fuori dal normale. Ma tutto ciò che fanno e hanno fatto queste squadre non è nato già bello e innovativo, anzi: alla base della creatività e dell’innovazione ci sono la capacità di imparare, il fallimento, il reiterarsi di prove su prove fino a che non si raggiunge la versione migliore che si possa raggiungere. Non ci si deve nascondere dal fallimento ma, anzi, accoglierlo per poter imparare cosa non fare e su cosa migliorare. In questo senso, è utile adottare la mentalità delle startup: esse non hanno scelta se non quella di crescere velocemente (altrimenti non ricevono finanziamenti e muoiono); per farlo, sono costrette a prendere decisioni rischiose, a pensare costantemente in ottica “risultato o morte”. Abbracciare la visione del rischio come opportunità aiuta a sviluppare innovazione e, quindi, a crescere.

  

Le idee chiave di "10x Marketing Formula"

01.
Diventare un “content hacker”: un professionista che impara da rischi e fallimenti
02.
La “metrica che conta”: focus su ciò che è importante oggi per raggiungere il successo
03.
Prima di tutto, bisogna pianificare un “contenuto cardine” che non tema concorrenti
04.
Ogni contenuto è una potenziale “prima impressione” che trasforma il traffico in clientela
05.
La migliore strategia? Progetti vincenti dentro a un calendario editoriale vincente
06.
L’importanza di avere un flusso di lavoro e una squadra col giusto mindset
07.
Personalizzazione e attinenza al pubblico per promuoversi su social media e email list
08.
Il punto d’incontro tra bisogno e soluzione: la psicologia della conversione
09.
Citazioni
10.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!