Impara le idee chiave del libro di Gethin Nadin

A World of Good

I consigli di un esperto per migliorare la vita dei lavoratori

Dagli anni ‘50 ha cominciato a diffondersi, grazie agli studi di numerosi psicologi, una nuova cultura e visione sul miglioramento del mondo del lavoro. In A Worl of Good si affronta la tematica dell’importanza che per il datore di lavoro diventi una priorità il creare per i propri dipendenti un ambiente più sereno, ottenendo così dei benefici anche per l’azienda. Attraverso studi ed esempi effettuati su diversi paesi scopriremo l’importanza di ricaricarsi, di aumentare la soddisfazione del team o di creare un ambiente dove si possano condividere le idee.

A World of Good
Leggi in 11 min.
Ascolta in 14 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Gli imprenditori che vogliono migliorare l’esperienza sul luogo di lavoro dei loro dipendenti.
  • Chi crede che i lavoratori rappresentino un beneficio per l’azienda e non solo un costo.
  • Chi vuole sapere come il mondo si stia evolvendo su questo argomento.

L’autore del libro:

Gethin Nadin è uno psicologo che ha dedicato il suo lavoro di oltre 15 anni a quella che oggi si definisce “l’esperienza del lavoratore in azienda”. Ha lavorato con aziende importanti nel miglioramento delle condizioni di lavoro dei dipendenti. Ha scritto per il Financial Times, The Guardian e per l’Huffington Post.

IDEA CHIAVE 1/19

I lavoratori nel mondo

Se non ti conoscono, la prima domanda che ti pongono, dopo averti chiesto come ti chiami, è “di cosa ti occupi?” La società ha determinato che il nostro lavoro gioca una parte importante nel definire chi siamo. Infatti un terzo della nostra vita lo passiamo lavorando ma per molti di noi il lavoro rappresenta qualcosa che va al di là del mero guadagno economico.

Il lavoro offre l’opportunità di interazioni sociali, soddisfazioni ed è una occasione per mettersi alla prova, imparare. Simon Sinek dice “prendere un lavoro non ha a che fare solo con il salario ma con la gioia che provi nel farlo”. I lavoratori sono ora i nuovi consumatori e il lavoro oggi è il prodotto, la merce di scambio. Soprattutto i giovani preferiscono essere pagati di meno ma avere la possibilità di crescere, imparare, sentirsi parte di qualcosa. Vogliono muoversi, non accettano di buon grado di lavorare solo ed esclusivamente per una sola ed unica azienda: secondo Forbes, se un lavoratore rimane nella stessa azienda per più di 2 anni, di media guadagnerà il 50% in meno della sua capacità professionale.Uno studio di Deloitte del 2017 (Global Human Capital Trends report) rivela che il 79% dei lavoratori nel mondo crede che l’esperienza quotidiana del lavoro debba dare qualcosa che sia altro rispetto ai soldi.Deve farti sentire parte di qualcosa. Le modalità con cui i lavoratori vengono trattati, varia da paese in paese. Alcuni come la Grecia e l’Estonia, ad esempio, regolamentano con norme dettagliate la protezione del weekend e il riposo del lavoratore, altri come la Turchia garantiscono un salario minimo molto alto.Vediamo in dettaglio alcune particolarità che i paesi del mondo stanno sperimentando.

  

Le idee chiave di "A World of Good"

01.
I lavoratori nel mondo
02.
Svezia: connettersi rende felici
03.
IKIGAI e Karoshi: prendere esempio dal Giappone
04.
Italia: i benefici della pausa pranzo
05.
Germania: la voce dei lavoratori
06.
Spagna: l’importanza del sonno
07.
Cina: costruire reciprocità
08.
Danimarca: dare fiducia
09.
USA: l’apporto benefico di muoversi all’aria aperta
10.
Africa: l’interesse della comunità al centro
11.
Bhutan: la soddisfazione incrementa la produttività
12.
Inghilterra: i benefit e la giornata lavorativa di 8 ore
13.
Australia: i pro del lavoro flessibile
14.
Islanda: l’intuizione come processo decisionale
15.
Francia: disconnettersi
16.
Austria: fare le vacanze
17.
Indonesia: trascorrere più tempo in famiglia
18.
Citazioni
19.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!