Home Psicologia Alla ricerca delle coccole perdute

Impara le idee chiave del libro di Giulio Cesare Giacobbe

Alla ricerca delle coccole perdute

Migliorare la conoscenza di se stessi e della coppia

Giulio Cesare Giacobbe è uno psicologo e scrittore, fondatore della teoria della psicologia evolutiva. Divenuto famoso per il carattere divulgativo semplice e diretto dei propri libri, si propone di spiegare in maniera efficace l’impatto dell’evoluzione della personalità sugli individui, evidenziandone pregi e limiti. Ognuno di noi possiede infatti tre personalità, quella del bambino, del genitore e dell’adulto, che se sviluppate correttamente consentono relazioni sane e soddisfacenti con il prossimo; in caso contrario, danno luogo a nevrosi e altre problematiche. In Alla ricerca delle coccole perdute l’autore spiega le caratteristiche di ogni personalità e i problemi in cui possono incorrere quando non seguono un’evoluzione lineare, confrontandole tra loro e spiegando come risolvere i conflitti dovuti alle nevrosi. Traccia infine l’identikit della personalità ideale, la quarta personalità, quella del Buddha illuminato che accetta la realtà così come è, con saggezza e consapevolezza.

Alla ricerca delle coccole perdute
Leggi in 19 min.
Ascolta in 24 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Conoscere se stessi e lo sviluppo ideale della propria personalità.
  • Capire come interagire con il prossimo nel modo più equilibrato.
  • Comprendere, accettare e migliorare le dinamiche di coppia.

L’autore del libro:

Giulio Cesare Giacobbe è sia scrittore che psicologo: noto per i suoi testi divulgativi, è autore di numerosi manuali incentrati su un approccio diretto e comprensibile alla psicologia, come “Come diventare un Buddha in cinque settimane” e “Il segreto della felicità”. Ha fondato la Scuola di Psicoterapia Evolutiva nella quale persegue la teoria della psicologia evolutiva, da lui ideata, focalizzata sullo studio dell’evoluzione e della formazione delle diverse personalità umane.

IDEA CHIAVE 1/14

Abbiamo tutti tre personalità da sviluppare: bambino, adulto e genitore

Ognuno di noi ha tre diverse personalità, che si “attivano” in automatico in base al contesto e alle persone con cui si ha a che fare: situazioni differenti comportano infatti interazioni differenti.

Note come personalità naturali, vengono definite personalità del bambino, dell'adulto e del genitore: a ognuna di esse corrisponde uno sviluppo psichico e biologico predeterminato nel tempo, in base anche all'interazione con le situazioni ambientali. Ovviamente questo sviluppo non è lineare ed è per questo motivo che si possono verificare nevrosi ansioso-depressive: nella società occidentale gli adulti rimangono “bambini” più a lungo e non imparano ad affrontare pienamente l'età adulta, a sopravvivere e a lottare, visto che nelle società ricche non ce n'è più bisogno.

Considerando il mondo degli animali, invece, è possibile notare molte similitudini a livello di stadi evolutivi. Le tre personalità sono caratterizzate ciascuna da un'attitudine differente: il bambino, come il cucciolo, non è autosufficiente, l'adulto è autosufficiente, il genitore si dedica ai piccoli. Alle tre personalità corrisponde anche un comportamento fondamentale: il bambino chiede, l’adulto prende, il genitore dà.

La dipendenza dal genitore e l'incapacità di non poter badare a se stesso provocano al cucciolo stress e paura cronica, mentre l'animale adulto ha paura esclusivamente quando è davvero in pericolo di vita o il suo territorio viene minacciato. Il genitore vince invece la paura ed è sicuro di sé perché si deve dedicare ai cuccioli pienamente.

Le tre fasi non sono irreversibili e anzi, a ciascuna di esse corrisponde un modello  comportamentale che l'individuo può assumere in un momento specifico della propria esistenza. Rispetto agli animali, in cui questi modelli comportamentali si attivano spontaneamente, per l'essere umano ciò dipende dalle reazioni della neocorteccia cerebrale, che aggiunge la variabile dell'affettività ai comportamenti umani.

  

Le idee chiave di "Alla ricerca delle coccole perdute"

01.
Abbiamo tutti tre personalità da sviluppare: bambino, adulto e genitore
02.
Il bambino è dipendente dai genitori, possessivo e geloso, ma sa chiedere aiuto e giocare in armonia
03.
L’adulto si è guadagnato i suoi spazi e la sua libertà, ma è egoista e incapace di altruismo
04.
La personalità del genitore è l’unica che sa amare, ma può essere faziosa
05.
Per l’evoluzione psicologica naturale è necessario attraversare ogni fase delle personalità
06.
Lo sviluppo della personalità adulta avviene per fasi indispensabili ed è basato su distacco e solitudine
07.
Grazie alla dedizione è possibile la strutturazione della personalità genitoriale
08.
La non strutturazione della personalità adulta e genitoriale è alla base delle nevrosi
09.
La nevrosi è l’incapacità di relazionarsi alle situazioni con la giusta attitudine
10.
Il nevrotico bambino, adulto o genitore ha gli stessi limiti delle attitudini di quelle fasi
11.
Nevrosi e relazioni: l’unica coppia sana è quella formata da chi ha raggiunto tutti gli stadi evolutivi
12.
La quarta personalità è quella del Buddha illuminato e consapevole di sé
13.
Citazioni
14.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!