Impara le idee chiave del libro di Rachel Maddow

Blowout

I giochi di potere tra Occidente, Russia e Medio Oriente

Cosa lega l’industria del petrolio e del gas naturale a eventi come la questione ucraina, i terremoti in Oklahoma, la corruzione nella Guinea Equatoriale, le perforazioni nell’Artico, i giochi invernali di Sochi, e perfino le interferenze russe nelle elezioni presidenziali americane del 2016? In Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth, Rachel Maddow traccia un quadro completo, narrato con dovizia di particolari e riportando precisi fatti storici, di quello che sta accadendo nelle democrazie occidentali e in Russia, anche a causa dell’influenza di Big Oil. 

Blowout
Leggi in 17 min.
Ascolta in 21 min.
IDEA CHIAVE 1/11

Che ci piaccia o no, il petrolio e il gas sono fonti energetiche preziose in ogni parte del mondo

La centralità e l’influenza dell’industria del petrolio e del gas sull’economia mondiale e, di conseguenza, sulla nostra società è qualcosa da tenere a mente quando si cerca di capire gli accadimenti geopolitici degli ultimi decenni. Tutta una serie di eventi – per esempio la questione Ucraina, i terremoti in Oklahoma, la corruzione nella Guinea Equatoriale, le perforazioni nell’Artico, i giochi invernali di Sochi, e anche le interferenze russe nelle elezioni presidenziali americane del 2016 – sono infatti interconnessi tra loro e tenuti insieme da questo unico filo conduttore.

Circa l'80% dell'approvvigionamento energetico mondiale proviene da combustibili fossili, e questo purtroppo non è cambiato nel corso degli ultimi 25 anni. Senza i combustibili fossili, oggi, le luci si spegnerebbero in gran parte del mondo, Stati Uniti e Unione Europea compresi. La connessione tra energia, crescita economica e sviluppo è evidente come un lampione acceso nella notte. Noi tutti siamo avidi consumatori dei prodotti di questa industria, sia che servano per ricaricare uno smartphone, a far volare un aereo o a qualsiasi altra attività a cui siamo ormai abituati e che diamo per scontata.

L’industria del petrolio e del gas naturale produce sia potere sia denaro, spesso però senza prendere in considerazione i meriti. Se non regolamentato, questo modus operandi porta inevitabilmente a corruzione, estorsioni e ad altri atti criminali. Chi ha prosperato in quest’industria ha causato danni senza precedenti in gran parte del mondo, gettando le basi dell’attuale crisi climatica. Ma non solo: ha anche riorganizzato la geopolitica mondiale in una gara di sopravvivenza nel breve termine. L’impatto politico di quest’industria è infatti responsabile di tutta una serie di eventi che nel tempo si sono rivelati essere elementi chiave per l’attuale indebolimento delle democrazie a livello mondiale, e a cui si deve l’aumento dello stato di incertezza che stiamo vivendo oggi.

  

Le idee chiave di "Blowout"

01.
Che ci piaccia o no, il petrolio e il gas sono fonti energetiche preziose in ogni parte del mondo
02.
L’industria del petrolio e del gas naturale è un settore difficile da regolamentare
03.
È l’industria petrolifera americana ad aver modellato questo settore, dettando le proprie regole fin dall’inizio
04.
L’industria dei combustibili fossili si è sviluppata nei decenni grazie a continue innovazioni tecnologiche
05.
Negli anni Novanta le innovazioni pionieristiche di George Mitchell portarono alla diffusione di un altro controverso metodo di estrazione: il fracking
06.
L’industria del petrolio e del gas naturale è alla base di un rapporto geopolitico instabile: quello tra Stati Uniti e Russia
07.
Il caso della Yukos è emblematico per capire come funzionano le cose nella Russia di Putin
08.
Le ambizioni di Putin sono cresciute nel tempo proprio come i prezzi del petrolio
09.
La questione ucraina occupa un posto di rilievo nella lotta tra Putin e l’Occidente, così come gli interessi dell’industria petrolifera e del gas naturale
10.
Citazioni
11.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!