Impara le idee chiave del libro di Jerry I. Porras , James C. Collins

Built to Last

Le abitudini che contraddistinguono le aziende visionarie

A partire da una ricerca durata sei anni presso la Stanford University Graduate School of Business, James C. Collins e Jerry I. Porras hanno analizzato diciotto aziende visionarie e le hanno confrontate con le principali concorrenti, chiedendosi: "Cosa rende le aziende veramente eccezionali diverse dalle altre e quali sono state le pratiche comuni che queste grandi aziende hanno portato avanti nel tempo?". Ricco di esempi e di concetti pratici che possono essere applicati da manager e imprenditori a tutti i livelli, Built to Last fornisce un modello per la costruzione di organizzazioni visionarie in grado di prosperare nel tempo.

Built to Last
Leggi in 17 min.
Ascolta in 21 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Conoscere i princìpi di gestione che contraddistinguono le aziende visionarie.
  • Comprendere come si crea un’organizzazione di successo in grado di prosperare nel tempo.
  • Capire come perseguire il cambiamento senza compromettere i valori di base dell’identità aziendale.
  • Gestire la dinamica fra valori fondamentali e spinta al progresso non solo in azienda ma anche nella vita.

L’autore del libro:

Jerry I. Porras è un teorico organizzativo americano, focalizzato su come le aziende possano produrre prestazioni elevate e durature grazie all’allinemento attorno a uno scopo e ai loro valori fondamentali. Ha conseguito la BSEE al Texas Western College nel 1960, l'MBA alla Cornell University e il dottorato di ricerca presso l'Università della California. Nel 1972 ha iniziato la sua carriera accademica alla Stanford University ed è diventato professore presso la Graduate School of Business, dove è stato Associate Dean dal 1991 al 1994. Nel 1988 è andato in pensione ed è stato nominato Lane Professor Emeritus of Organizational Behaviour and Change.

James C. Collins è un ricercatore, autore, speaker e consulente su temi legati alla gestione, alla crescita e alla sostenibilità aziendale. Laureato nel 1980 in scienze matematiche presso la Stanford University, ha poi conseguito un MBA presso la Stanford Graduate School of Business dove ha iniziato una carriera di ricerca e insegnamento che lo ha portato a ricevere nel 1992 il Distinguished Teaching Award. Ha lavorato come product manager per Hewlett-Packard, come dirigente senior presso CNN International e con organizzazioni del settore sociale. Nel 1995 ha fondato un laboratorio di management a Boulder, in Colorado, dove conduce ricerche e insegna a dirigenti dei settori aziendale e sociale. È autore o coautore di diversi libri basati sulle sue ricerche, tra cui il bestseller Good to great. Collabora con varie pubblicazioni come The Harvard Business Review, Business Week e Fortune.

IDEA CHIAVE 1/9

Le caratteristiche di un’azienda visionaria: organizzazioni di prim’ordine, con un successo costante nel tempo e un impatto significativo sul mondo

Cosa rende le aziende eccezionali diverse dalle altre? Quali sono i princìpi di gestione che hanno contraddistinto queste aziende nel tempo? Le risposte che Built to last dà a queste domande provengono da sei anni di ricerca approfondita su 18 aziende “visionarie” (tra cui 3M, American Express, Boeing, Hewlett Packard, Marriott, Procter & Gamble e Walt Disney), paragonate a 18 aziende di comparazione. Un tratto comune delle grandi aziende più longeve è la capacità di gestire con consapevolezza la continuità e il cambiamento: queste aziende hanno un forte nucleo interiore e la volontà di cambiare e adattarsi mantenendo quel nucleo ben saldo. Ma quali sono le aziende visionarie? Si tratta di istituzioni di prim’ordine nei loro ambiti, che esistono da almeno 50 anni e hanno un successo costante nel tempo, sono ammirate dagli esperti del settore e hanno una lunga esperienza d'impatto significativo sul mondo. Queste aziende prosperano per lunghi periodi di tempo attraverso molteplici cicli di vita dei prodotti e più generazioni di leader attivi. Non è che non commettano mai errori, non rilascino prodotti impopolari o non affrontino momenti di difficoltà: ciò che le distingue è il modo in cui gestiscono le battute d'arresto. Sono ben consolidate e hanno la capacità di imparare dagli errori e migliorare.

  

Le idee chiave di "Built to Last"

01.
Le caratteristiche di un’azienda visionaria: organizzazioni di prim’ordine, con un successo costante nel tempo e un impatto significativo sul mondo
02.
Le aziende visionarie non nascono sulla base di grandi idee o di grandi leader
03.
Le aziende visionarie si fondano su un’ideologia di base fatta da un insieme di valori e da uno scopo che va oltre il profitto
04.
Il rifiuto di una visione limitante e la dinamica virtuosa tra ideologia di base e spinta al progresso
05.
Le aziende visionarie non si accontentano e utilizzano obiettivi audaci per stimolare il progresso
06.
Le aziende visionarie danno ampio spazio alla sperimentazione, ma lavorare in queste aziende non è per tutti la scelta migliore
07.
Le aziende visionarie guardano all’interno dell’organizzazione per assumere un nuovo CEO
08.
Citazioni
09.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!