Impara le idee chiave del libro di Paul Jarvis

Company of One

Perchè rimanere piccoli nel business è una grande idea

Il bilanciamento tra vita privata e vita professionale è raggiungibile, basta avere chiare le proprie aspettative e condividere questo concetto: la crescita non sempre coincide col benessere. Essere una “società di uno” significa stabilire delle regole di comportamento nei confronti di sé stessi e dei propri clienti, privilegiare la qualità alla quantità, valutare e definire i propri limiti. In altre parole: essere creativi e puntare alla sostenibilità.

Company of One
Leggi in 27 min.
Ascolta in 33 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Capire qual è la dimensione giusta del proprio progetto professionale.
  • Bilanciare la vita professionale con quella privata.
  • Creare una relazione proficua con i propri clienti per trasformarli in alleati.

L’autore del libro:

Paul Jarvis, canadese, autore di corsi on line e scrittore, vive con la moglie su un'isola 60 miglia al largo di Vancouver. Noto per la sua newsletter settimanale “Sunday Dispatches” e per i podcast “The freelancer” e “Invisible Office Hours", Jarvis ha scelto di sfuggire alla pressione eccessiva del mondo degli affari per cercare il bilanciamento tra vita privata e professionale. Da questa esperienza è nato "Company of One", un manuale che aiuta a trovare “l’intersezione tra creatività e successo nel business”.

IDEA CHIAVE 1/10

La scelta di non crescere: perché essere una “società di uno”

Partiamo da un pensiero in controtendenza: la crescita non sempre genera benessere, nemmeno quando si tratta di affari. La cultura consumistica ci spinge a pensare che "di più" sia sempre meglio. Ma volere di più non porta necessariamente verso la soddisfazione e la felicità che ci vengono promesse. Per le aziende, "non scalare" significa non avere spese di personale, di affitto, evitare la responsabilità di gestire il lavoro di altre persone, avere troppi clienti da seguire e soddisfare.
Scegliere di essere una "società di uno" significa scegliere consapevolmente una dimensione limitata e, soprattutto, significa decidere di costruire il proprio progetto professionale attorno alla propria vita, e non viceversa. Quando Tom Fishburne, nel 2010, lascia la sua carriera per diventare un disegnatore di fumetti ha un ruolo da vicepresidente marketing in una grande azienda. Il cambiamento radicale della sua vita professionale non comporta un peggioramento: Tom crea un progetto lavorativo stabile, piccolo e resiliente che gli lascia la possibilità di costruire la vita che desidera, vicino ai suoi figli e alla moglie, con ritmi sostenibili e una alta gratificazione intellettuale. Come lui - e come me - sono moltissime le persone che abbandonano una carriera stressante per rimodulare la loro vita professionale e privata.
Quando parliamo di una "società di uno", stiamo descrivendo un'impresa che mette in discussione alcune forme di crescita tradizionale. Non vi si oppone in linea di principio, ma considera che la crescita non sia sempre la mossa più vantaggiosa, nemmeno da un punto di vista finanziario. Il modello della "società di uno" non si pone assolutamente come anti-crescita, ma propone un progresso gestito e di qualità. Le caratteristiche principali del modello sono 4: resilienza, autonomia, velocità e semplicità. In cambio, si ottiene qualcosa che le persone stanno cercando sempre di più: significato e autonomia.
La definizione non va intesa in senso letterario: le "società di uno" sono anche quelle formate da un piccolo gruppo, e, ancora più importante, questa modalità di lavoro può essere applicata da dipendenti, dirigenti, membri di consigli di amministrazione: chiunque desideri lavorare con maggiore autonomia può adottare i principi che stanno alla base di questa filosofia imprenditoriale. Tutti dovremmo agire sul lavoro pensando di essere una "società di uno".

  

Le idee chiave di "Company of One"

01.
La scelta di non crescere: perché essere una “società di uno”
02.
Le “società di uno” che arricchiscono le grandi compagnie
03.
La scelta del lavoro autonomo, una rivoluzione trainata dai giovani
04.
La semplicità è l’arma vincente, soprattutto per le startup
05.
Quando una società è grande abbastanza?
06.
Lo scopo, condiviso con i clienti, è il valore fondante delle “società di uno”
07.
Costruire un legame saldo con i propri clienti
08.
Come fa una “società di uno” a diventare profittevole
09.
Citazioni
10.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!