Home Scienza e Tecnologia Contengo moltitudini

Impara le idee chiave del libro di Ed Yong

Contengo moltitudini

Scoprire il mondo dei microbi e come facciano parte della storia

I microbi contribuiscono alla nostra vita in modo così complesso che non è possibile ignorare la loro importanza. Contengo moltitudini ci mostra quanto il regno animale possa essere meraviglioso se lo si vede come un universo unito e collaborativo, cosa che realmente è. I microbi costituiscono ecosistemi presenti nel nostro corpo, con i quali viviamo in simbiosi, per tutta la nostra esistenza, stabilendo alleanze in grado di conferirci poteri straordinari.

Contengo moltitudini
Leggi in 18 min.
Ascolta in 22 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Imparare a vedere i microbi come costruttori e protettori della vita.
  • Comprendere che ogni individuo ospita un ricchissimo zoo microscopico con cui interagisce per tutta la sua esistenza.
  • Accettare il fatto che i primi abitanti del pianeta sono stati i microbi e che noi siamo arrivati miliardi di anni dopo.

L’autore del libro:

Ed Yong è un giornalista scientifico; dal 2015 scrive per la rivista The Atlantic. I suoi lavori sono stati pubblicati da molte testate, come Nature, Scientific American, Wired e The New York Times. È laureato in scienze naturali all’Università di Cambridge, ha poi conseguito a Londra un master in Filosofia e uno in Biochimica. È nato in Malesia e all’età di 13 anni si è trasferito nel Regno Unito, diventando in seguito cittadino britannico. Ha ricevuto numerosi premi per la sua attività di divulgazione scientifica; nel 2010 la National Academy of Science degli Stati Uniti gli ha conferito il National Academies Communication Award.

IDEA CHIAVE 1/11

I primi abitanti della Terra sono stati i microbi ed è grazie a loro se viviamo in un mondo ossigenato

Gli animali sono comparsi in un mondo già brulicante di microbi da miliardi di anni.

Tutti gli organismi visibili, che possiamo raggruppare nel concetto di “natura”, sono gli ultimi arrivati sulla Terra, che ha più di quattro miliardi e mezzo di anni. Se proviamo a condensare in un solo anno questa enormità temporale, possiamo afferrare meglio il concetto. Immaginiamo che sia il 31 dicembre e che l’anno che sta per concludersi rappresenti la vita del pianeta; se usiamo questa proporzione, possiamo dire che l’essere umano esiste da poco più di mezz’ora! Poco più di mezz’ora rispetto a un anno intero è la proporzione dell’esistenza di donne e uomini sulla Terra. Piante e animali sarebbero già presenti dai primi di dicembre, e andando indietro nel tempo, a ottobre sarebbero comparsi i primi organismi pluricellulari. Marzo è il mese in cui è nata la vita sulla Terra, e da marzo a ottobre gli unici abitanti presenti sono loro: gli organismi unicellulari, ovvero i microbi.

Sono stati i primi organismi ad abitare il pianeta e a cambiarlo, i primi organismi in grado di produrre da sé il proprio nutrimento, sfruttando l’energia del sole, rilasciando ossigeno come prodotto di scarto, a beneficio dell’atmosfera. I microbi hanno la capacità di arricchire il suolo e di eliminare le sostanze inquinanti, e se viviamo in un mondo ossigenato, è grazie al loro contributo. Sono ovunque; nelle profondità degli oceani, nel ghiaccio antartico, nelle nuvole, nelle caldissime sorgenti idrotermali.

Noi esseri umani ci siamo evoluti in mezzo a loro e anche da loro. I microbi non si vedono ad occhio nudo e sono generalmente considerati portatori di germi e di malattie. È uno stereotipo che non fa loro giustizia: la maggioranza dei microbi non è patogena, non fa ammalare ed è invece essenziale al mantenimento della vita sulla Terra. Le specie di batteri che provocano malattie sono meno di un centinaio, le migliaia di specie che si trovano nel nostro corpo sono innocue; molte di loro proteggono l’equilibrio e la salute del corpo. Ci aiutano a digerire il cibo, producono vitamine e minerali, degradano le tossine e le sostanze chimiche pericolose, ci proteggono dalle malattie togliendo spazio ai microbi pericolosi o eliminandoli direttamente. Intervengono nella costruzione del nostro corpo, educano il sistema immunitario e condizionano lo sviluppo del nostro sistema nervoso.

  

Le idee chiave di "Contengo moltitudini"

01.
I primi abitanti della Terra sono stati i microbi ed è grazie a loro se viviamo in un mondo ossigenato
02.
Da Pasteur in poi la batteriologia diventa una scienza che studia i microbi per distruggerli; in realtà sono componenti fondamentale della vita sul pianeta
03.
I microbi sono costruttori e protettori di corpi e noi interagiamo con loro durante tutto il corso della vita
04.
Tutto dipende dal contesto: i microbi non sono mai buoni o cattivi in assoluto, e il nostro rapporto con loro è fatto di continui aggiustamenti e negoziazioni
05.
La mancanza di equilibrio tra gli ecosistemi microbici può causare le malattie, la disbiosi è una disarmonia nella comunicazione tra specie diverse
06.
Uno stile di vita con poche interazioni con i microbi porta all’indebolimento del sistema immunitario e quindi a minor salute
07.
Microbi e batteri rendono possibile a molte specie la sopravvivenza in condizioni altrimenti impossibili
08.
I batteri mutano e si evolvono a una velocità impressionante e possono essere partner preziosi anche nella nostra evoluzione
09.
Anziché togliere i microbi dai corpi e dagli ambienti sarebbe opportuno pensare ad aggiungerne, in modo tale da creare microbiomi che supportino la vita del pianeta
10.
Citazioni
11.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!