Home Marketing e Comunicazione Crisis Communications in the 24/7 Social Media World

Impara le idee chiave del libro di Bill Walker

Crisis Communications in the 24/7 Social Media World

Superare i momenti di crisi traendone il maggior vantaggio

Ogni amministratore delegato e ogni professionista della comunicazione aziendale ha un incubo: aspetta il momento di crisi che metterà in ginocchio lui o la sua impresa. Non sanno nè quando arriverà, nè che aspetto avrà, ma ancora peggio: non hanno idea di come potranno affrontarlo. Avere un piano è fondamentale, soprattutto perché nel mondo sempre connesso di oggi basta un click per distruggere una persona o un intero business. Leggere Crisis Communications in the 24/7 Social Media World consente di essere pronti a reagire con mente lucida agli immancabili momenti di difficoltà, di più: aiuta a capire come trarre il maggior vantaggio possibile.

Crisis Communications in the 24/7 Social Media World
Leggi in 11 min.
Ascolta in 14 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Individuare una serie di comportamenti adeguati a mitigare una crisi.
  • Scoprire come in ogni crisi si nascondano delle possibili opportunità.
  • Evitare gli errori macroscopici che possono peggiorare la situazione.

L’autore del libro:

Laureato all'Università di Toronto, Bill Walker ha lavorato per oltre 20 anni come reporter per il quotidiano canadese Toronto Star.  Specialista della comunicazione in tempi di crisi, è passato al mondo della consulenza fondando la MidTown PR e collaborando con imprese private e pubbliche; all'inizio degli anni Duemila è entrato a Washington con il Presidente George W. Bush. 

IDEA CHIAVE 1/9

È impossibile rimettere il dentifricio nel tubetto, ma una crisi nasconde la possibilità di riaffermare i valori e gli obiettivi di una azienda, se il leader sa in anticipo come affrontarla e gestirla

La parola "crisi", in cinese si compone di due ideogrammi, il primo significa pericolo, il secondo opportunità. Nei momenti di difficoltà le cosiddette "crisi di comunicazione" sono dietro l'angolo: bastano 140 caratteri di sfogo a far sì che un immenso pubblico giudichi. Tutti sanno quanto sia difficile mantenere la calma nelle situazioni stressanti, ma saper frenare i propri istinti riduce i rischi e aumenta le possibilità di riuscire a cavarsela. E non solo: una crisi può essere sfruttata per riaffermare gli obiettivi di una compagnia, per rafforzare la lealtà dei consumatori e per stimolare gli impiegati e gli investitori.

  

Le idee chiave di "Crisis Communications in the 24/7 Social Media World"

01.
È impossibile rimettere il dentifricio nel tubetto, ma una crisi nasconde la possibilità di riaffermare i valori e gli obiettivi di una azienda, se il leader sa in anticipo come affrontarla e gestirla
02.
La forza delle tempeste mediatiche è nel fatto che la giustizia non conta, si è colpevoli fino a prova contraria ed è la prima reazione a restare in mente alle persone
03.
La reazione naturale davanti alla crisi di comunicazione è la fuga, cioè la negazione, quindi è necessario essere controintuitivi e sbalordire
04.
Il tempo di reazione è un elemento fondamentale per vincere, ogni istante che passa fa crescere la dimensione del problema
05.
Le persone che prendono le decisioni sono quelle che devono risponderne, il ruolo essenziale dei vertici aziendali durante la crisi è mostrarsi
06.
L’errore più grave è cercare di nascondere quello che sta accadendo, la credibilità di una compagnia dipende dalla sua capacità di dare risposte chiare
07.
Uscire da una crisi è un processo lungo perché le persone hanno bisogno di tempo per superare l’accaduto e tornare a fidarsi
08.
Citazioni
09.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!