Impara le idee chiave del libro di Melissa Agnes

Crisis Ready

Come gestire e limitare l'impatto di una crisi

Nel mondo interconnesso di oggi, con i social che permettono di comunicare in tempo reale, la corretta gestione di una crisi può fare la differenza per la sopravvivenza di ogni tipo di organizzazione. Crisis Ready è un vero e proprio manuale, dedicato a definire i comportamenti da usare prima e durante un incidente negativo, per limitare o addirittura ridurre a zero l’impatto su quello che è uno dei principali asset di una azienda, la sua credibilità.

Crisis Ready
Leggi in 12 min.
Ascolta in 15 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Individuare a priori i possibili scenari di crisi e identificare il programma adatto a gestirli.
  • Coinvolgere e formare tutte le parti dell’organizzazione.
  • Imparare a gestire la crisi in modo da mitigarne gli effetti negativi.

L’autore del libro:

Melissa Agnes, fondatrice e CEO del Crisis Ready Institute, è un'autorità nel settore della tutela della reputazione, la protezione del marchio e la gestione delle crisi. Ha collaborato con organizzazioni internazionali come la Nato ed è consulente di compagnie di ogni tipo, dai colossi della tecnologia alle banche. Il suo blog Crisis Ready e il suo podcast Invincible Brand sono utilizzati ogni giorno da migliaia di persone.

IDEA CHIAVE 1/9

Il rischio trascurato dell'era "social": la grande visibilità fa salire in maniera esponenziale l'esposizione dei brand in caso di crisi, portando a bruciare un grande valore economico

Dieci anni fa, il mondo ha reagito con entusiasmo ai vantaggi offerti dai social media, dalla tecnologia mobile e dall'avvento delle notizie in tempo reale. Opportunità incredibili di comunicazione e visibilità si aprivano per tutti i brand, da quelli internazionali fino ai più piccoli. Tutti hanno visto l'enorme effetto positivo, quasi nessuno si è soffermato a riflettere sui rischi - altrettanto enormi - prodotti da tali strumenti, in particolare dal punto di vista della comunicazione di crisi.

Il primo passo da fare è stabilire con chiarezza che cos'è una crisi. Non si tratta di un problema generico, ma di qualcosa di specifico, che possiamo ben definire: una crisi è un evento o una situazione negativa che impatta o minaccia di impattare le persone, le operazioni aziendali, la reputazione o i profitti dell'organizzazione. Una crisi è un evento negativo capace di bloccare la normale attività perché richiede immediata attenzione da parte della leadership.

In questa era digitale always on (sempre attiva), le crisi si scatenano e si intensificano così rapidamente che le aziende rischiano di trovarsi “a inseguire”,  di essere un passo indietro rispetto ai fatti, perdendo così il controllo della narrazione dell'incidente. E più si perde il controllo della crisi, più difficile è riguadagnarlo, più ingenti sono la fiducia e la credibilità che vanno in fumo. L'impatto del CRP, il costo di risposta alle crisi, può essere terribile.

Il CRP è un'equazione che può essere usata per calcolare in modo semplice l'impatto economico di una crisi su un'organizzazione, in relazione alla risposta data alla crisi dall'organizzazione: più forte e tempestiva è la risposta, più viene mitigata l'escalation dell'incidente e  minore sarà l’entità del costo economico della crisi.

  

Le idee chiave di "Crisis Ready"

01.
Il rischio trascurato dell'era "social": la grande visibilità fa salire in maniera esponenziale l'esposizione dei brand in caso di crisi, portando a bruciare un grande valore economico
02.
Costruire la difesa prima che si scateni la crisi: una strategia complessa organizzata in 5 elementi è la sola efficace
03.
Un piano non basta, è necessaria una cultura che consenta ai team di prendere le giuste decisioni in condizioni difficili
04.
Il primo fattore di una crisi è legato all'emotività: quello che le persone provano è più forte di quello che pensano
05.
Durante una crisi le persone si aspettano trasparenza. Un errore può essere perdonato, il tentativo di insabbiamento mai
06.
L'unico modo per gestire una crisi è farsi trovare pronti e avere stabilito con il team un programma, non un piano
07.
Il manuale per la comunicazione di crisi è un insieme di informazioni e linee guida che consente di agire veloci e affiatati
08.
Citazioni
09.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!