Home Gestione e Leadership Dying for a Paycheck

Impara le idee chiave del libro di Jeffrey Pfeffer

Dying for a Paycheck

Morire per una busta paga: come il management moderno nuoce alla salute dei dipendenti e alla performance delle aziende - e cosa possiamo fare

Ogni anno, centinaia di migliaia di persone muoiono come conseguenza diretta dello stress causato dal lavoro. Che si tratti di ambienti frenetici, scadenze impossibili, oppure da incertezza economica, le conseguenze sono chiare e visibili. Eppure non deve essere per forza così. In Dying for a Paycheck, Jeffrey Pfeffer ci fa capire in che modo lo stress influisca negativamente non solo sugli individui, ma sulla società, e addirittura sulle aziende stesse, ipotizzando una realtà diversa, in cui la salute fisica e mentale delle persone sia una priorità di tutti.

Dying for a Paycheck
Leggi in 15 min.
Ascolta in 19 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Capire in che modo lo stress sul lavoro influisce negativamente sulla società.
  • Analizzare quali sono le cause principali di stress sul lavoro ed ambienti tossici.
  • Ipotizzare un approccio alternativo, in cui il benessere sul lavoro sia importante quanto i risultati economici.

L’autore del libro:

Jeffrey Pfeffer è un esperto di business americano, professore di Organizational Behavior all’università di Stanford. È considerato una delle figure più importanti e influenti in campo di management, ha condotto per anni studi approfonditi in ambito di comportamento e management. Ha scritto centinaia di articoli e oltre una dozzina di libri in materia, tra cui The Human Equation, Managing with Power, Hidden Value e Leadership BS.

IDEA CHIAVE 1/9

Perché lo stress e il lavoro sono spesso sinonimi

Il mondo del lavoro in cui viviamo sembra essere guidato da un principio fondamentale, quello di massimizzare la produttività, e di conseguenza, i guadagni. Siamo circondati da metodi che si pongono come obiettivo quello di ottenere i massimi risultati con il minimo sforzo ed investimento.

Una delle conseguenze di questo tipo di mentalità è la creazione di ambienti di lavoro tossici, in cui tutti, dai dipendenti fino ai manager, sono costantemente sottoposti ad alti livelli di stress e malcontento.

Ritmi stressanti, scadenze impossibili da rispettare, troppi straordinari, sono solo alcuni dei fattori che contribuiscono a rendere il lavoro non solo invivibile, ma addirittura pericoloso. Depressione, suicidi, attacchi di cuore, la lista è lunga.

Gli studi che dimostrano l’effetto dello stress sulle persone abbondano, e sappiamo bene quali possano essere le conseguenze per chi viene sottoposto a lunghi periodi simili. Quello che però raramente ci troviamo a valutare è che tutto ciò ha un enorme impatto anche sulla società in cui viviamo, oltre che sulle aziende stesse.

Ma non deve essere per forza così. È possibile immaginare un mondo in cui il lavoro non debba essere causa di stress e malattie, ma per raggiungere una situazione simile è necessario agire collettivamente, in modo che il lavoro non sia più qualcosa per cui si rischia di morire.

  

Le idee chiave di "Dying for a Paycheck"

01.
Perché lo stress e il lavoro sono spesso sinonimi
02.
In che modo il mondo del lavoro influisce negativamente sulla nostra salute
03.
Perché i licenziamenti hanno diversi effetti collaterali
04.
Una parentesi sulle assicurazioni sanitarie
05.
Perché i piccoli extra non bastano a contrastare il malcontento
06.
Perché non possiamo continuare così
07.
Come possiamo cambiare le cose
08.
Citazioni
09.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!