Impara le idee chiave del libro di Elad Gil

High Growth Handbook

La guida per creare una startup vincente

Ogni anno vengono fondate migliaia di startup; la maggior parte chiude oppure viene acquisita prima che raggiunga la fase di ipercrescita, ovvero quella fase in cui deve iniziare a scalare. Avere informazioni e consigli sulla gestione di questa fase non è facile, ed è proprio da questo presupposto che è nato High Growth Handbook, un manuale che prende in considerazione i punti chiave da sviluppare quando si scala una startup. Elad Gil ci spiega il ruolo del CEO, come si gestisce un team di dirigenti, un consiglio di amministrazione, l’assunzione di nuovo personale, il marketing, le pubbliche relazioni; il tutto mentre l’azienda evolve e cambia sotto i nostri occhi.

High Growth Handbook
Leggi in 21 min.
Ascolta in 26 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Fondatori, CEO e dipendenti che affrontano per la prima volta la fase di ipercrescita di una startup.
  • Imparare ad apprezzare il cambiamento continuo in un’azienda come sinonimo di successo e di vitalità.
  • Comprendere l’importanza di riorganizzare spesso una startup, accettando il caos interno come un fatto normale.

L’autore del libro:

Elad Gil è un imprenditore e un manager, oltre a essere investitore e consulente di molte società private (tra cui Airbnb, Coinbase, Pinterest e Stripe). È stato co-fondatore e CEO di Color Genomics e ha lavorato per molti anni in Google. Ha ricoperto vari ruoli per Twitter, in cui è entrato quando la sua startup, Mixer Labs, è stata acquisita dal social network. Elad Gil si è laureato in matematica e biologia all’Università della California di San Diego e ha un dottorato di ricerca presso il Massachusetts Institute of Technology.

IDEA CHIAVE 1/12

Abbiamo creato un nuovo prodotto e i clienti lo comprano: è qui che inizia la vera sfida

Le decisioni che una startup prende quando si trova in fase avanzata, in cui è necessario scalare, sono fondamentali e possono determinare il suo futuro. Solitamente si incontrano tre tipi di sfide. La prima è conquistare il mercato, cercando di avere più clienti possibili. La seconda riguarda la creazione di un nuovo prodotto, perché se non continuiamo ad innovare, i nostri prodotti diventeranno presto obsoleti e saremo con molta probabilità spazzati via dalla concorrenza. La terza sfida è quella che Marc Andreessen chiama “tutto il resto”, ovvero costruire l’azienda intorno al prodotto e alla distribuzione; diventare competenti in ambito finanziario, legale, risorse umane, assunzioni, pubbliche relazioni, rapporti con gli investitori. Nella fase iniziale di una startup, tutti questi elementi vengono messi da parte, perché il focus è solo sulla creazione del prodotto e di un sistema di vendita che funzioni. Arriva un punto, però, in cui va affrontato tutto il resto. Ad esempio, quando abbiamo un certo numero di dipendenti (di solito 50) è giusto che iniziamo a pensare ad assumere qualcuno con la responsabilità della gestione del personale. Arriva anche il momento in cui è importante progettare una distribuzione efficiente, perché quanto più siamo abili a creare canali che funzionano, tanto più sarà semplice vendere alla nostra base utenti altri prodotti. Le fusioni e le acquisizioni sono spesso sottovalutate, ma sono mosse strategiche che in questa fase vanno prese in considerazione, così come la questione dei prezzi, che va ben ponderata. C’è sempre la tendenza a pensare che si debba uscire con prezzi bassi; al contrario se ci focalizziamo sul fissare dei prezzi alti, avremo due vantaggi. Il primo è che capiremo se il prodotto che abbiamo creato serve davvero alle persone (e in questo caso il prezzo alto non sarà un limite); il secondo è che avremo più liquidità da investire nella ricerca e sviluppo, nel marketing e nelle vendite, in modo tale che potremo, come è auspicabile, conquistare il nostro mercato di riferimento.

  

Le idee chiave di "High Growth Handbook"

01.
Abbiamo creato un nuovo prodotto e i clienti lo comprano: è qui che inizia la vera sfida
02.
Nella fase di crescita di una startup il CEO ha tanti compiti; quello più importante è imparare a dire di no
03.
Un CEO non si siede mai (anche se ha successo) e insegna ai suoi collaboratori a fare altrettanto
04.
I membri del consiglio di amministrazione devono condividere e supportare la missione aziendale
05.
Dobbiamo assumere nuovi talenti e organizzare un sistema di selezione del personale efficiente
06.
Assumere dei dirigenti in gamba e con esperienza può portare grandi benefici
07.
Nel pensare alla struttura organizzativa, teniamo presente che nel giro di 6-12 mesi la nostra azienda sarà completamente diversa
08.
Organizzare il marketing e le pubbliche relazioni in modo tale da costruire la nostra immagine, comunicarla all’esterno e acquisire sempre più clienti
09.
Una volta che abbiamo creato un ottimo prodotto, la risorsa fondamentale sono i nostri utenti e i canali di distribuzione
10.
Considerare le varie opzioni di finanziamento e la possibilità di acquisire altre aziende
11.
Citazioni
12.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!