Impara le idee chiave del libro di Nir Eyal

Hooked

Come costruire un prodotto che diventa un'abitudine

Quante volte al giorno controlli il cellulare? Per la maggior parte di noi, la cifra supera il centinaio. In Hooked, Nir Eyal ci mostra come le grandi compagnie tech siano in grado di creare app e dispositivi che modificano il nostro comportamento, fino a diventare vere e proprie abitudini. Capire questo modello può aiutarci non solo a creare prodotti che i nostri utenti utilizzeranno regolarmente, ma anche a riconoscere questi comportamenti in noi stessi, aiutandoci a spezzare le abitudini che diventano “tossiche”.

Hooked
Leggi in 11 min.
Ascolta in 13 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Capire cosa ci porta a controllare il nostro smartphone decine (se non centinaia) di volte al giorno.
  • Conoscere le tecniche usate dai big della tecnologia per creare prodotti che ci portano ad un utilizzo frequente e costante.
  • Imparare a riconoscere i meccanismi che creano queste dipendenze, e come fare per sfruttarli a fin di bene.

L’autore del libro:

Nir Eyal ha trascorso gran parte della sua carriera all’interno dell’industria dei videogiochi e dell’advertising. Nel corso degli anni, ha acquisito un’approfondita conoscenza dei meccanismi e delle tecniche utilizzate per creare prodotti che creano dipendenza, e delle strategie utilizzate per implementare questi meccanismi. Oggi Nir viaggia per il mondo parlando ad eventi internazionali, e collabora con aziende per creare prodotti che possano cambiare il mondo, in meglio.

IDEA CHIAVE 1/8

Prodotti che formano un’abitudine: come si crea un’abitudine?

Viviamo in un’epoca in cui la tecnologia ci accompagna in ogni momento della nostra giornata, da quando suona l’allarme per svegliarci a quando controlliamo i social media prima di coricarci. Sentiamo un impulso che ci spinge a controllare lo smartphone ogni volta che sentiamo una notifica. Apriamo casualmente il feed di Facebook o Instagram se ci troviamo in fila al supermercato. Abbiamo sviluppato una sorta di dipendenza, formando abitudini che 10 anni fa ci sarebbero sembrate folli. Come è avvenuto questo cambiamento? Cerchiamo innanzitutto di capire che cosa sia un’abitudine: per gli psicologi, il termine abitudine denota un “comportamento automatico che viene innescato da un segnale situazionale”, o per farla semplice, un’azione che svolgiamo automaticamente in determinate circostanze.

Chiunque crei un prodotto oggi si deve porre una domanda: come posso far sì che i miei utenti continuino ad utilizzare il mio prodotto? La risposta è semplice: creare un prodotto che formi un’abitudine. Per fare ciò, è necessario capire quale sia il meccanismo che porta un utente ad utilizzare ripetutamente un prodotto o servizio. Per creare un’abitudine, bisogna guidare il proprio utente attraverso una serie di passi: più spesso verranno ripetuti, più probabile sarà che diventino un’abitudine. 

Questi passi si possono osservare in qualsiasi comportamento che si insinua nelle nostre menti, diventando quindi un'abitudine: 

  1. Innesco – è il segnale che mette in moto l’azione. Ne esistono due tipi: interni ed esterni. 
  2. Azione – quello che facciamo, solitamente con l’aspettativa di un premio.
  3. Ricompensa variabile – quello che crea un desiderio per l’utente.
  4. Investimento – l’utente investe qualcosa – soldi, tempo, sforzo – assicurando che il ciclo si ripeterà in futuro.
  

Le idee chiave di "Hooked"

01.
Prodotti che formano un’abitudine: come si crea un’abitudine?
02.
Primo passo: creare l’innesco - Trigger
03.
Secondo passo: stimolare l’azione - Action
04.
Terzo passo: offrire un premio variabile - Reward
05.
Quarto passo: portare all’investimento - Investment
06.
La differenza tra creare un’abitudine o una manipolazione
07.
Citazioni
08.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!