Home Crescita Personale Learn Like a Pro

Impara le idee chiave del libro di Barbara Oakley , Olav Schewe

Learn Like a Pro

Neuroscienza e psicologia al servizio dell'apprendimento

Molti pensano di non essere portati per lo studio, ma non è così: servono le strategie di apprendimento giuste e la capacità di diventare studenti più efficaci, organizzati e consapevoli. Traendo spunto dalla loro esperienza personale, Barbara Oakley e Olav Schewe hanno racchiuso in  Learn Like a Pro  una sorprendente quantità di tecniche e strategie di apprendimento, che possono adattarsi a moltissimi campi di studio. Leggendo questo libro, comprenderai importanti concetti di neuroscienza e psicologia cognitiva che ti aiuteranno a limitare le distrazioni, pianificare lo studio in modo efficace, prendere appunti perfetti e trovare la motivazione giusta per diventare lo studente che hai sempre sognato di essere.

Learn Like a Pro
Leggi in 26 min.
Ascolta in 33 min.
IDEA CHIAVE 1/14

La Tecnica del Pomodoro: concentrarsi in modo intenzionale e sconfiggere la procrastinazione

Esiste una tecnica che ha dimostrato di potenziare la produttività e stimolare la concentrazione; si chiama Tecnica del Pomodoro e può essere utilizzata con un semplice timer da cucina – da cui prende il nome – o con un’app apposita, come PomoDone o Toggl. La tecnica è semplice da seguire: si inizia sedendosi alla propria postazione ed eliminando eventuali fonti di stress; poi, si imposta il timer per 25 minuti e, in quel lasso di tempo, ci si concentra sulla nostra attività senza interruzioni. Se la mente vaga o se ci vengono in mente cose da fare, possiamo prenderne nota velocemente e poi ritornare sull’oggetto del nostro studio; alla fine dei 25 minuti, ci si prendono 5 minuti di pausa. Il ciclo poi può essere ripetuto più volte nel corso della giornata, assicurandosi di prendersi una pausa più lunga, di circa 15 minuti, ogni tre o quattro cicli. Il successo di questo metodo sta nel fatto che chiunque è capace di concentrarsi per soli 25 minuti di fila, senza distrazioni né interruzioni; inoltre, le brevi pause mentali tra un ciclo di concentrazione e l’altro ci aiutano a trasferire le nozioni appena apprese nella sede della memoria a lungo termine.

Una ricerca condotta da due professori della Rutgers Business School ha rivelato che impiegare la pausa stando al computer o allo smartphone non permette al nostro cervello di ricaricarsi in maniera efficace come altre tipologie di pause; è bene quindi staccarsi fisicamente da questi strumenti, facendo qualcosa di più fisico come fare una passeggiata, bere un tè, ascoltare la musica, giocare con il proprio animale domestico, o qualsiasi altra attività che permetta alla mente di vagare libera. Solo in questo modo le pause brevi e frequenti aiutano a migliorare la qualità e l’efficacia del nostro apprendimento.

Durante i cicli di studio, invece, ci sono alcune cose da tenere in considerazione. Prima di tutto, è generalmente importante evitare il multitasking: mentre studiamo attiviamo un certo set di informazioni, e se interrompiamo ciò che facciamo per dedicarci a un’altra attività, che sia anche solo mandare un messaggio o leggere un’email, attiviamo un set diverso di informazioni. Il passaggio da un set all’altro rende più lento il processo cognitivo che ci permette di concentrarci nuovamente appieno su ciò che stavamo facendo, causando quindi una minore produttività, un rallentamento del lavoro e un più alto numero di errori.

C’è però un lato positivo del multitasking: cambiare attività aiuta a sbloccarci in caso fosse necessario, e stimola la creatività; per cui può essere utile farlo nel momento giusto. Un’altra cosa importante mentre si studia, anche per evitare di interrompere l’attenzione verso ciò che si sta facendo, è quella di lavorare in un ambiente in cui le distrazioni siano totalmente azzerate, o perlomeno minimizzate. L’ideale è studiare in un luogo isolato o in una biblioteca silenziosa, oppure facendo uso di cuffie che cancellino ogni suono. Poiché la nostra tendenza a controllare le notifiche può diventare compulsiva, è bene disattivarle tutte, tenere il telefono lontano da noi e installare un sistema che blocchi l’accesso a certi siti web nei momenti in cui si studia; alcuni esempi di website blocker sono Freedom o StayFocused. 

  

Le idee chiave di "Learn Like a Pro"

01.
La Tecnica del Pomodoro: concentrarsi in modo intenzionale e sconfiggere la procrastinazione
02.
Modalità concentrata e modalità diffusa: usarle in alternanza per apprendere efficacemente
03.
L’apprendimento attivo è fondamentale per instaurare conoscenze a lungo termine
04.
Sonno, attività fisica e alimentazione come alleati di un apprendimento efficace e duraturo
05.
Prendere appunti migliori è fondamentale anche per alleggerire la memoria di lavoro
06.
Certe tecniche di memorizzazione visive e verbali ci aiutano a ricordare le cose meglio e più a lungo
07.
La memoria procedurale ci aiuta ad apprendere nuovi concetti tramite modelli, pratica e intuito
08.
Come esercitare l’autodisciplina: creando le condizioni per non doversi affidare solo su di essa
09.
Aumentare la motivazione attraverso valore, padronanza, obiettivi e condivisione
10.
Una lettura efficace porta alla migliore comprensione e interiorizzazione di un testo
11.
Arriva il momento dell’esame: pianificazione, esercitazioni e gestione del tempo sono fondamentali
12.
Per diventare uno studente di alto livello, è importante coltivare la metacognizione e l’autovalutazione
13.
Citazioni
14.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!