Home Biografie Margherita di Spine

Impara le idee chiave del libro di Matteo Cambi , Gabriele Parpiglia

Margherita di Spine

La storia di Matteo Cambi, l'inventore del brand GURU

Qual è la storia dietro il successo di un marchio giovane e alla portata di tutti come GURU? E che cosa può distruggerlo in pochi anni, lasciando milioni di euro di debiti al fondatore e alla sua famiglia e portandoli addirittura al carcere? Ce lo racconta Matteo Cambi, il protagonista della rapidissima ascesa e discesa della margherita più famosa d'Italia, nel libro "Margherita di spine. Ascesa e caduta dell'inventore di GURU”, scritto a quattro mani con il giornalista dei VIP Gabriele Parpiglia.

Margherita di Spine
Leggi in 25 min.
Ascolta in 32 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Osservare da vicino i retroscena dell’ascesa di un marchio di moda internazionale.
  • Capire quali sono i passi falsi da evitare quando si è a capo di un business.
  • Ricordare che anche nelle storie più buie c’è sempre una luce in fondo al tunnel.

L’autore del libro:

Enfant prodige della moda, Matteo Cambi proviene da una delle famiglie protagoniste del mondo della maglieria italiana. Cresciuto tra studi di comunicazione e la passione per la moda, nel 1999 diventa imprenditore e a soli 22 anni fonda il suo marchio GURU: inizia qui una sfrenata ascesa al successo, tra giornate di lavoro e notti scandite dagli eccessi delle feste VIP di Mora e Briatore. GURU ben presto conquista il mercato internazionale, ma il successo porta con sé anche una vita di eccessi per Cambi e infine il carcere. Oggi Matteo Cambi ha ritrovato la via: dopo la comunità è diventato primo soccorritore e nel 2020 ha fondato un nuovo marchio di moda, Valvola.

Classe 1979, Gabriele Parpiglia è un giornalista, conduttore e autore televisivo noto nell'ambiente gossip e VIP. Dopo una laurea alla Cattolica, la carriera come giornalista professionista lo ha visto scrivere per alcuni magazine italiani quali GQ, Chi, TV Sorrisi e Canzoni e Panorama. Suoi sono alcuni dei programmi televisivi di successo degli ultimi anni, quali Verissimo, Grande Fratello VIP e TikiTaka. È inoltre scrittore sia di libri di narrativa, sia di biografie come quella "Margherita di spine. Ascesa e caduta dell'inventore di GURU" scritto a quattro mani con il protagonista e fondatore di GURU, Matteo Cambi.

IDEA CHIAVE 1/10

La semplicità di un’idea può essere la base su cui creare un marchio di successo

A volte dietro un'impresa di successo può nascondersi un'idea semplice, l'intuizione che anche risorse finite e concetti freschi abbiano il potere di conquistare un pubblico vasto. Soprattutto quando, come nel caso del marchio GURU, questo pubblico è composto da giovani.

È proprio al concetto di semplicità, immediatezza e freschezza che si può ricondurre non solo la fondazione, ma anche il successo del marchio di moda GURU.

Fondata nel 1999 da un giovanissimo Matteo Cambi, la marca contraddistinta dal simbolo della margherita stilizzata a sei petali, segue proprio i precetti della semplicità di approccio, così da comunicare ed essere accessibile a un pubblico vario, con un focus primario sui giovani.

L'intuizione raggiunge il fondatore dopo un Master in Comunicazione negli USA e lo studio sul campo di alcuni marchi della moda americana, in primis Abercrombie, e dei successi italiani di brand come Diesel e Replay. Analizzando queste griffe, Cambi si rende conto che vuole seguire le loro orme creando un marchio che sfrutti gli stessi punti di forza e che per fare ciò alcuni elementi non dovranno mancare nel futuro progetto:

  • un nome semplice e facile da memorizzare, così da essere immediatamente riconoscibile;
  • design degli abiti giovane e facile da portare;
  • un occhio alla comodità senza però dimenticare il fattore trendy.

Partendo da queste caratteristiche, Matteo Cambi e il suo socio iniziale Gian Maria Montacchini, decidono di creare qualcosa di nuovo. L'idea finale arriva dalla marca italiana Pickwick, che Gian Maria già vendeva nei suoi cinque punti vendita e che dimostrava come anche delle semplici t-shirt con un disegno potessero essere alla moda e piacere a un pubblico giovane. Fu riflettendo su tutti questi elementi che una sera, di fronte a una semplice pizza, i due giovani imprenditori finiscono per disegnare il simbolo dal quale tutto avrebbe avuto inizio, ossia la margherita stilizzata a sei petali del marchio GURU. Anche il nome segue quelle regole di semplicità che sin dall’inizio hanno caratterizzato il progetto e che Cambi aveva studiato negli altri brand: GURU è diretto, breve e rimane nella memoria. Il passo successivo segue a ruota: creano una Srl al 50% con un investimento di 40 milioni di lire, che Cambi versa grazie all’eredità lasciatagli dal padre per i suoi 18 anni. I due non lo sapevano ancora, ma il disegno semplice e ben riconoscibile che avevano per le mani sarebbe di lì a poco diventato uno dei simboli della moda giovane italiana, raggiungendo vette di successo inaspettate, e finendo per rovinare uno di loro.

La fondazione del marchio GURU dimostra come grandi cose possano accadere a partire da un'idea semplice e alla portata di tutti, come una margherita disegnata su un foglio di carta davanti a una pizza. Certo, il successo di un progetto non è tutto qui, e gli sviluppi successivi lo dimostrano.

  

Le idee chiave di "Margherita di Spine"

01.
La semplicità di un’idea può essere la base su cui creare un marchio di successo
02.
Il meccanismo VIP può essere sfruttato come potente metodo promozionale alternativo
03.
Usare il giro VIP a scopo professionale non è sufficiente: bisogna anche metterci la faccia
04.
Un ottimo modo per farsi notare anche sul mercato internazionale è la scelta delle giuste sponsorizzazioni
05.
Frequentare donne dello spettacolo regala copertine sui giornali di gossip
06.
Le dipendenze e una vita sregolata sono i peggiori nemici di un progetto ben riuscito
07.
Uno stile di vita eccessivo e dedito al lusso più sfrenato può mettere in ginocchio anche l’azienda più forte
08.
Al crollo succede sempre una risalita
09.
Citazioni
10.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!