Home Gestione e Leadership Measure What Matters

Impara le idee chiave del libro di John Doerr

Measure What Matters

Diventa un manager migliore e fai crescere la tua azienda

Measure What Matters ci svela il metodo che ha permesso a Larry Page e Sergey Brin di portare Google da 40 a 70.000 dipendenti: il Metodo OKR (Objectives and Key Results) Scopriremo i 4 superpoteri di questo metodo, l'importanza che tutta l'organizzazione, dalla base alla dirigenza, concentri gli sforzi sulle stesse questioni importanti, e come sia rilevante monitorare attraverso dei risultati chiave, in che modalità questi obiettivi vengono raggiunti. Una metodologia di gestione e crescita applicabile sia su una startup, così come all'interno di un'azienda già sul mercato.

Measure What Matters
Leggi in 16 min.
Ascolta in 19 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Chi vuole una combinazione avvincente di casi studio e storie personali, raccontate dall’investitore che ha portato Google da 40 a 70.000 dipendenti.
  • Imparare a raccogliere dati pertinenti in maniera tempestiva, a monitorare i progressi, a misurare ciò che conta.
  • Acquisire degli strumenti che ti aiutino a diventare un manager migliore e a far crescere la tua azienda grazie alla trasparenza e all’affidabilità.

L’autore del libro:

John Doerr, leggendario venture capitalist, è entrato a far parte di Kleiner Perkins Caufield & Byers nel 1980 e da allora ha sostenuto alcuni degli imprenditori e delle aziende di maggior successo al mondo, come Google, Zynga, Amazon, Intuit, Netscape. Ha anche guidato l'investimento di KPCB in Twitter. È membro dell'American Academy of Arts and Sciences ed è stato membro del Council on Jobs and Competitiveness del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Ha 291.000 follower su Twitter. Il suo TED Talk sulla greentech ha ottenuto 896.000 visualizzazioni.

IDEA CHIAVE 1/9

Google incontra gli OKR

Era il 1999 quando piazzai la più grossa scommessa dei miei diciannove anni da venture capitalist: 11,8 milioni di dollari per il 12% di una start-up fondata da una coppia di giovani laureati a Standford. La loro bandiera - “organizzare il mondo dell’informazione e renderlo funzionale e accessibile universalmente” - poteva sembrare grandiosa ma io avevo fiducia in Larry Page e Sergey Brin, erano determinati a cambiare il mondo ed io credevo che avessero una chance. 
I due fondatori di Google erano dei visionari con un’enorme energia imprenditoriale, ciò che mancava loro era l’esperienza manageriale. Avrebbero dovuto imparare a fare scelte difficili, a tenere il loro team entro i binari, avrebbero avuto bisogno di raccogliere dati rilevanti per tracciare i loro progressi e per misurare le cose importanti. Il mio regalo per Google è stato uno strumento affilato per ottenere un’esecuzione di prima classe, un modello che avevo imparato dal più grande manager di ogni tempo, Andy Grove, durante i miei anni trascorsi alla Intel, la compagnia meglio guidata che abbia mai visto. 
Questo modello è chiamato OKR (Objectives and Key Results) ed è un protocollo collaborativo di definizione degli obiettivi per aziende, squadre e individui. È una metodologia di gestione che aiuta a garantire che si concentrino gli sforzi sulle stesse questioni importanti in tutta la catena dell'organizzazione, dalla base alla dirigenza.
Un obiettivo è semplicemente ciò che deve essere raggiunto, niente di più e niente di meno. Per definizione gli obiettivi sono significativi, concreti, orientati all’azione, motivanti. Se adeguatamente progettati e distribuiti, sono un vaccino contro il pensiero confuso e un’esecuzione incerta.
I risultati chiave sono standard di riferimento e monitorano il modo in cui l’obiettivo viene raggiunto. Per essere efficaci devono essere specifici, vincolati da una scadenza, aggressivi ma realistici e, soprattutto, misurabili e verificabili. O soddisfi i requisiti di un risultato chiave, o non lo fai: non c'è un'area grigia, non c'è spazio per i dubbi. Alla fine del periodo designato, in genere un trimestre, si dichia se il risultato chiave è stato realizzato o meno.

  

Le idee chiave di "Measure What Matters"

01.
Google incontra gli OKR
02.
I 4 superpoteri del metodo OKR: #1 - concentrarsi e impegnarsi sulle priorità
03.
I 4 superpoteri del metodo OKR: #2 - allineare e connettere il lavoro di squadra
04.
I 4 superpoteri del metodo OKR: #3 - la traccia per la responsabilità
05.
I 4 superpoteri del metodo OKR: #4 - allungare per sorprendere
06.
Come affrontare le questioni attraverso la gestione continua delle prestazioni
07.
Gli OKR e i CFR: catalizzatori e nutrimento per la cultura
08.
Citazioni
09.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!