Impara le idee chiave del libro di John J. Ratey

Spark

Gli effetti benefici dell'esercizio fisico sul cervello

Il segreto per accendere le capacità cognitive della nostra mente e diventare più intelligenti, creativi e felici? L'esercizio fisico, purché sia portato avanti con costanza e volontà. È in una vita attiva e in movimento che si nascondono i meccanismi che rendono il nostro cervello una macchina inarrestabile di benefici per mente e corpo, aiutandoci a imparare con più facilità, ma anche a superare disturbi di ansia, umore e attenzione, e infine a vivere più sani, più a lungo. Il dottor John J. Ratey, luminare della scienza della mente, ci svela i retroscena nel suo libro Spark: The Revolutionary New Science of Exercise and the Brain.

Spark
Leggi in 25 min.
Ascolta in 31 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Comprendere l'importanza che l'esercizio fisico ha per la mente oltre che per il corpo.
  • Risolvere problemi di umore e attenzione e affrontare al meglio l'invecchiamento grazie al movimento.
  • Quantificare e scoprire le tipologie di esercizio fisico da intraprendere per diventare più brillanti.

L’autore del libro:

John J. Ratey è professore associato di psichiatria alla Harvard Medical School e a questa attività unisce la pratica privata nel suo studio di Cambridge, Massachusetts. Nella sua lunga carriera come ricercatore clinico ha pubblicato numerosi studi su psichiatria e psicofarmacologia e nel 1986 ha fondato il Boston Centre for the Study of Autism. Inoltre, è attivo dagli anni '80 nella ricerca sull'ADHD e sui disturbi psicologici più lievi e meno riconosciuti. Oggi è uno dei principali sostenitori dell'impiego dell'esercizio fisico aerobico nel trattamento dei disturbi psicologici e psichiatrici.

IDEA CHIAVE 1/11

Mente e corpo sono connessi, ed entrambi beneficiano dell'esercizio fisico

Il cervello è una macchina misteriosa, le cui funzionalità nonostante gli innumerevoli studi sono ancora sotto costante scrutinio di scienziati e ricercatori: dopotutto è proprio in questo organo fondamentale che sono racchiusi i segreti per una vita sana, appagante e longeva. Leggere di nuovi sviluppi, magari sorprendenti e inaspettati, non è quindi cosa rara. Tra questi, negli ultimi decenni si è affermata sempre più la consapevolezza che esercizio fisico e movimento siano fortemente connessi con i meccanismi che fanno funzionare il cervello al meglio, innescando una serie di reazioni a livello cellulare che possono cambiare in maniera radicale tutta la nostra esistenza.

La connessione tra movimento e benessere ha radici nel nostro stesso passato: quello che siamo oggi è l'evoluzione di ciò che eravamo in principio, ossia animali che basavano la loro sopravvivenza sul moto necessario per catturare le prede con le quali cibarsi. Nei secoli e secoli di evoluzione, il nostro cervello si è adattato ai cambiamenti dell'ambiente circostante e della società nella quale viviamo, sino ad arrivare al giorno d'oggi, quando in un mondo dominato dalla sedentarietà e da innumerevoli schermi abbiamo smesso di ascoltare la natura del nostro corpo e iniziato a escludere il movimento dai nostri giorni. Questo è un vero e proprio rischio per la salute umana ma anche per il nostro futuro, perché movimento e intelligenza, creatività e conoscenza sono fortemente connessi, e tutte le opere incredibili e i traguardi raggiunti dal genere umano provengono da qui. Purtroppo, la società in cui viviamo tratta corpo e mente come due entità separate, ma la verità è che sono strettamente collegate e come tali dovrebbero essere pensate.

È questa la motivazione alla base delle teorie dell'autore: l'esercizio fisico deve essere inserito nel quotidiano di ognuno di noi non solo per sentirci meglio fisicamente, esteticamente e per essere più sani, ma anche se vogliamo sfruttare le nostre capacità cognitive al loro massimo.

Molte ricerche mostrano come il movimento aumenti i livelli di alcuni neurotrasmettitori - serotonina, dopamina e noradrenalina - che regolano pensieri ed emozioni, e tra le altre cose aiutano a tenere lontani e combattere depressione, dipendenze e a trattare l'ADHD, ossia il Disturbo da deficit dell'Attenzione e Iperattività. Ma gli studi effettuati negli ultimi decenni dimostrano anche il ruolo importante che il movimento ha nel trattamento degli sbalzi ormonali femminili, e quindi per chi soffra di sindrome premestruale o abbia disturbi legati a gravidanza e menopausa, e nel mantenersi sani e vigili nell'invecchiamento. Infine, moto e attività fisica sono legati indissolubilmente ai processi di apprendimento, come mostrano i risultati eccezionali di alcuni programmi scolastici sperimentali basati sull'esercizio ad alta intensità messi in atto in alcuni comprensori scolastici americani.

  

Le idee chiave di "Spark"

01.
Mente e corpo sono connessi, ed entrambi beneficiano dell'esercizio fisico
02.
L'esercizio fisico e il movimento potenziano le capacità cognitive e di apprendimento
03.
Il segreto per rispondere allo stress è essere attivi con costanza
04.
L'effetto calmante dell'attività fisica è cruciale nel trattamento degli stati d'ansia e degli attacchi di panico
05.
Endorfine e neurotrasmettitori rilasciati durante l'allenamento aiutano il trattamento della depressione
06.
Gli sport complessi possono aiutare nei casi di disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività
07.
Un'attività motoria intensa aiuta a tenere sotto controllo i problemi di dipendenza grazie al rilascio di dopamina
08.
Un esercizio moderato e costante è perfetto per contrastare i problemi ormonali
09.
L'esercizio regolare può rallentare l'invecchiamento
10.
Citazioni
11.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!