Impara le idee chiave del libro di Adam Grant

Think Again

Imparare a osservare i problemi da una nuova prospettiva

Ci hanno insegnato che essere intelligenti significa essere capaci di pensare con lucidità. Ma se questa dote rappresentasse un ostacolo? Think Again: The Power of Knowing What You Don't Know spiega come, per essere vincenti nel mondo complesso nel quale viviamo, per essere intelligenti dobbiamo disimparare e ripensare, cioè diventare capaci di guardare ai problemi in maniera differente, per trovare soluzioni sempre più funzionali. Ripensare non è facile, perché richiede di superare importanti bias cognitivi, ma è necessario per evolvere.

Think Again
Leggi in 17 min.
Ascolta in 21 min.
IDEA CHIAVE 1/8

La capacità di innovare l’intelligenza potenzia la capacità di trovare soluzioni, ma è necessario superare bias cognitivi profondamente radicati per acquisire il necessario talento a ripensare

Tradizionalmente, l'intelligenza è vista come la capacità di pensare e apprendere. Invece, nel contesto complesso e turbolento nel quale ci troviamo a vivere e lavorare, per essere intelligenti dobbiamo sviluppare un'altra abilità cognitiva: la capacità di disimparare. Ripensare significa approcciarsi ai problemi in maniera differente, e se è vero che le persone intelligenti sono in grado di affrontare problemi complessi, è ancor più vero che la capacità di innovare la propria “intelligenza” potenzia la capacità di trovare soluzioni sempre più funzionali.

Ripensare non è facile, perché siamo profondamente vincolati da bias cognitivi come quello definito “fallacia del primo istinto”, che spinge a pensare che la prima risposta sia quella giusta. Gli psicologi hanno osservato che cosa succede a uno studente che, concluso un test a risposta multipla, ha ancora tempo per rileggere - ed eventualmente modificare - il lavoro prima di consegnarlo. Nella maggioranza dei casi, gli studenti non sono disposti a cambiare le risposte date, temendo di cambiare da giusto a sbagliato, ma l’esperimento condotto su test svolti da oltre 1500 studenti dell'università dell'Illinois ha dimostrato che soltanto un quarto delle risposte cambiate aveva portato all’errore, mentre 3 volte su 4 la modifica aveva portato alla risposta giusta.

Riflettere e correggere, quindi, raramente porta a sbagliare: il problema è che l’essere umano non soltanto non ama cambiare idea, non è “programmato” per l’atto di ripensare. Una cosa fatta, è fatta. Si tratta di una pigrizia mentale alimentata dalla sensazione che il mondo abbia bisogno di essere stabile. Quando si tratta della nostra conoscenza e delle nostre opinioni, preferiamo il conforto della convinzione al disagio del dubbio, e se non ci sembra saggio usare ancora Windows 95, manteniamo salde opinioni che ci siamo formati nel 1995. Ci sono molte aree in cui ripensare e cambiare è accettato - per esempio tutto quanto è connesso alla moda - ma in generale ascoltiamo più volentieri opinioni che ci fanno sentire bene, invece di accettare idee che ci fanno riflettere.

  

Le idee chiave di "Think Again"

01.
La capacità di innovare l’intelligenza potenzia la capacità di trovare soluzioni, ma è necessario superare bias cognitivi profondamente radicati per acquisire il necessario talento a ripensare
02.
Un mondo in continuo cambiamento penalizza chi non evolve: la capacità di cambiare idea fa la differenza tra crescita e fallimento
03.
Quando esprimiamo la nostra opinione, aderiamo a tre possibili modelli: il prete, il procuratore e il politico, difendendo le nostre opinioni, accusando quelle degli altri oppure facendo propaganda delle nostre
04.
Essere intelligenti non è sempre un vantaggio: alcune ricerche dimostrano che più alto è il QI, più è probabile fallire per stereotipi, perché si è più veloci a riconoscere gli schemi e ad aderirvi
05.
Conflitti costruttivi: una buona discussione non è una guerra e saper mettere a confronto le opinioni diverse fa crescere entrambe le parti
06.
Due culture a confronto: quella dell’apprendimento, che vede nella crescita e nel cambiamento un valore, e quella della performance, che si basa sulla certezza della propria esperienza e dei successi ottenuti
07.
Citazioni
08.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!