Home Gestione e Leadership Ultimo viene il leader

Impara le idee chiave del libro di Simon Sinek

Ultimo viene il leader

La leadership come atto di servizio e sacrificio

Le organizzazioni di successo hanno una caratteristica in comune: i leader sono capaci di costruire un ambiente di lavoro armonioso e collaborativo. Sfruttare la capacità di collaborare dei singoli che ha permesso alla nostra specie di evolversi fino a conquistare la supremazia sul pianeta è il primo compito dei leader. Un compito che, come spiega Sinek in Ultimo viene il leader, può essere svolto soltanto se si è disposti a sacrificarsi per le “proprio” persone, mostrandosi integri e degni di fiducia.

Ultimo viene il leader
Leggi in 11 min.
Ascolta in 13 min.
IDEA CHIAVE 1/7

C'è una grande differenza tra essere manager ed essere leader, le persone sono disposte a seguire questi ultimi su strade rischiose, perfino nel pericolo. Per questo, i leader sono responsabili del successo e del fallimento di un team molto più dei manager

C’è un elemento ricorrente che contraddistingue le organizzazioni di successo: il leader viene per ultimo. Non si tratta di un modo di dire, ma di un fatto concreto: il prezzo della leadership è anteporre le esigenze del team alle proprie. Un esempio arriva dai marines, dove a mensa vengono serviti prima i più giovani e per ultimi i più anziani: non si tratta di una regola, ma di una consuetudine.

Nelle organizzazioni di successo i leader forniscono protezione dall’alto e le persone che occupano i livelli più bassi si sostengono reciprocamente: in questo modo viene creato il clima che permette alle persone di sentirsi a proprio agio e di dare il massimo anche quando è necessario rischiare. Nel caso dei marines, perfino quando è in gioco la vita. È una dinamica naturale: se la leadership protegge l’intera struttura dalle rivalità interne, i singoli individui vivono in un clima di cooperazione e fiducia e non spendono energie a guardarsi gli uni dagli altri. In pratica, in queste organizzazioni viene applicato al contesto professionale il comportamento che ha permesso alla razza umana di diventare la specie dominante, sfruttandone l’innata attitudine alla cooperazione. La capacità di lavorare insieme, di aiutarci e proteggerci l’un l’altro, è quello che ha fatto la differenza per i nostri progenitori: anche gli elefanti sono sopravvissuti, ma la loro vita non si è evoluta.

Restando nel passato, un altro esempio importante viene dagli Spartani. Perdere lo scudo in battaglia era il peggior crimine di cui uno spartano potesse macchiarsi: mentre era perdonato il guerriero che perdeva l’armatura, chi lasciava lo scudo in battaglia veniva privato dei diritti di cittadinanza. La ragione è che elmo e pettorale servivano a proteggere se stesso, mentre lo scudo proteggeva anche il soldato posizionato al proprio fianco, e, in un “gioco di incastri”, l’intera schiera.

  

Le idee chiave di "Ultimo viene il leader"

01.
C'è una grande differenza tra essere manager ed essere leader, le persone sono disposte a seguire questi ultimi su strade rischiose, perfino nel pericolo. Per questo, i leader sono responsabili del successo e del fallimento di un team molto più dei manager
02.
Insoddisfazione al lavoro e cattivo stato di salute sono strettamente collegati. Contrariamente a quanto si pensi, a rischiare di meno sono le figure apicali
03.
Il corpo impiega endorfine, dopamina, serotonina e ossitocina per favorire comportamenti in grado di rafforzare la conservazione - come individuo e come specie - attraverso la capacità di cooperare e realizzare progetti
04.
Nelle aziende di grandi dimensioni i numeri non hanno la capacità di rappresentare persone, ma sono soltanto valori astratti. Invertire questa deriva è compito del leader, che deve agire come un catalizzatore di legami
05.
Responsabilità sociale e non semplice rispetto delle regole: per ottenere la fiducia il leader deve mostrare generosità e attenzione al benessere delle persone
06.
Citazioni
07.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!