Home Gestione e Leadership What You Do Is Who You Are

Impara le idee chiave del libro di Ben Horowitz

What You Do Is Who You Are

Creare una cultura aziendale partendo da noi stessi

Ben Horowitz ci porta con il suo libro, What You Do Is Who You Are, a viaggiare tra presente e passato, tracciando connessioni tra personaggi che hanno fatto la storia e aziende che stanno facendo la differenza nel mondo. Per aiutarci a capire l’importanza di avere una solida cultura aziendale non ha scomodato ricercatori di Harvard né guru della Silicon Valley. È andato a cercare esempi veri nella steppa siberiana, nella vita degli antichi samurai giapponesi, tra gli schiavi dei Caraibi e in una prigione del Michigan. Il risultato è già contenuto nel titolo stesso: siamo ciò che facciamo.

What You Do Is Who You Are
Leggi in 13 min.
Ascolta in 17 min.
IDEA CHIAVE 1/11

La cultura di un’azienda rispecchia i valori di chi vi lavora e si esprime attraverso i comportamenti quotidiani

La cultura aziendale riguarda prima di tutto il modo in cui un’azienda percepisce se stessa e i valori che desidera mettere in primo piano. Possiamo definirla come l’insieme di tutti i comportamenti dei dipendenti quando nessuno li osserva. Quando nessuno li vede, senza capi né dirigenti nei paraggi, cosa fanno i nostri collaboratori? Ecco, quelle azioni, quelle decisioni, il modo di risolvere i problemi, di accettare critiche, sollevare dubbi: tutto questo è la cultura di un’azienda; una serie di presupposti da cui i tuoi dipendenti partono per risolvere i problemi che quotidianamente si ritrovano ad affrontare. Non è semplice identificare la cultura: non solo dobbiamo sapere dove vogliamo arrivare con la nostra attività, ma dobbiamo essere discretamente lucidi da intravedere la strada da percorrere. La cultura non è una serie di leggi e regole fisse e immutabili, dobbiamo sempre monitorare, aggiustare, rinnovare il nostro codice culturale adattandolo ai continui cambiamenti che la vita stessa ci impone. Non esiste una cultura perfetta, né ideale, esiste una cultura utile e funzionale ad ogni circostanza, cucita su misura per noi, tenendo conto della personalità dell’imprenditore e dei valori che l’azienda vuole vivere e comunicare all’esterno. La cultura di Apple non potrebbe mai funzionare per Amazon, e viceversa. Se per la prima l’estetica dei prodotti è fondamentale, per la seconda è di primaria importanza offrire prodotti al minor costo possibile. Ne consegue che Apple investe miliardi per avere luoghi di lavoro che trasudino bellezza e creatività, mentre Amazon risparmia sulle scrivanie dei dipendenti. Non c’è una cultura giusta e una sbagliata, entrambe sono funzionali e coerenti con i valori dell’azienda.
  

Le idee chiave di "What You Do Is Who You Are"

01.
La cultura di un’azienda rispecchia i valori di chi vi lavora e si esprime attraverso i comportamenti quotidiani
02.
Per creare una nuova cultura è importante far leva su tutto ciò che già funziona bene
03.
Dobbiamo fissare regole che sconvolgano il modo ordinario di pensare e che creino stupore
04.
Saper prendere decisioni che dimostrino quali sono le nostre priorità
05.
La via del guerriero: i samurai ci possono insegnare la differenza tra valori e virtù
06.
Costruire una cultura in prigione partendo dall’idea che se abbiamo dei princìpi dobbiamo viverli in prima persona
07.
Gengis Khan: un condottiero mongolo che può insegnarci l’importanza dell’inclusione, della meritocrazia e della lealtà
08.
Inclusione vuol dire imparare a capire le persone e vederle per ciò che sono
09.
Per impostare la cultura della nostra azienda dobbiamo partire da noi stessi
10.
Citazioni
11.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!