Home Economia People, Power, and Profits

Impara le idee chiave del libro di Joseph Stiglitz

People, Power, and Profits

Come funziona il sistema capitalista e la prospettiva per il futuro

L’economia occidentale, in particolar modo quella americana, si basa sui principi del capitalismo e dei liberi mercati. Dal dopoguerra ad oggi, però, si sono creati alcuni meccanismi che hanno portato all’arricchimento dei pochi alle spese dei molti - la classe media. Il divario tra ricchi e meno ricchi è in continuo aumento, e la recente onda di populismo non fa sperare in meglio. In People, Power, and Profits, il premio Nobel Joseph Stiglitz ci illustra come siamo arrivati a questa situazione, evidenziando che il problema non è solo economico, ma anche politico. E proprio dalla politica deve partire il cambiamento.

People, Power, and Profits
Leggi in 12 min.
Ascolta in 15 min.

Tanti suggerimenti utili per:

  • Capire in che modo, e per quali ragioni, l’economia capitalista occidentale ha fallito.
  • Analizzare i difetti del sistema capitalista su cui è fondata la nostra economia.
  • Ipotizzare degli interventi che possano cambiare la situazione, e scongiurare il peggio.

L’autore del libro:

Joseph E. Stiglitz è un economista, vincitore nel 2001 del premio Nobel per l’Economia. È stato Senior Vice President e Chief Economist della World Bank, ed è stato presidente del Consiglio dei Consulenti Economici del Governo americano durante la presidenza Clinton. Nel 2011, Time Magazine lo ha incluso nella sua lista dei 100 individui più influenti al mondo. Oggi insegna economia alla Columbia University ed è Chief Economist del Roosevelt Institute.

IDEA CHIAVE 1/12

Il capitalismo e la mano invisibile del mercato

Non è un segreto che, nel mondo occidentale, le cose non stiano andando bene, sia da un punto di vista economico che sociale. Certo, potremmo soffermarci ad analizzare figure come PIL e dati relativi a import ed export, ma questi dati non ci possono dare un quadro accurato.

In molti Paesi, il divario tra ricchi e poveri continua ad aumentare e una parte sempre maggiore della ricchezza è concentrata nelle mani di pochi. Questo ha portato all’erosione del ceto medio, all’eliminazione della mobilità sociale e all’aumento del malcontento nella popolazione.

Uno dei princìpi su cui si basa il capitalismo è quella dei mercati liberi. L’idea è quella che un mercato, se lasciato libero di operare in condizioni naturali – senza interventi da parte di organi governativi – raggiungerà spontaneamente le condizioni ottimali. Le azioni di tutti gli operatori raggiungeranno un equilibrio naturale, che porterà alla distribuzione ottimale delle risorse e dei guadagni.

Questa teoria, però, non ha trovato riscontro nella realtà. Quello che abbiamo visto succedere è ben diverso. Abbiamo visto grandi aziende e corporazioni sfruttare le proprie posizioni dominanti per influenzare la politica, in modo da aumentare i propri vantaggi, aumentando sempre di più il proprio potere di mercato, diventando, di fatto, intoccabili.

Ma come abbiamo fatto ad arrivare qui? Com’è possibile che gli ideali capitalisti, che promettevano ricchezza per tutti, abbiano avuto risultati così ingiusti? E soprattutto, cosa possiamo fare per cambiare le cose?

  

Le idee chiave di "People, Power, and Profits"

01.
Il capitalismo e la mano invisibile del mercato
02.
Una nazione che sa creare ricchezza è davvero prospera
03.
Vecchi meccanismi si ripresentano
04.
L’accentramento delle risorse economiche non avvantaggia nessuno
05.
In che modo abbiamo perso la strada
06.
La “mano invisibile” che non esiste
07.
Come imparare a gestire la globalizzazione senza demonizzarla
08.
Il vero problema – il settore finanziario
09.
La minaccia delle nuove tecnologie
10.
L’importanza dei governi – e perché devono essere appoggiati dai cittadini
11.
Citazioni
12.
Da Ricordare
 
 
preview.img

Prova 4books Premium gratis!